Il Festival dell’Oriente giunge alle pendici del Vesuvio

Dopo i successi di Carrara, Torino, Milano e Roma, il Festival dell’Oriente, manifestazione itinerante che meglio esprime una sintesi aggregante di culture provenienti dai vari paesi orientali, è giunto a Napoli.
I visitatori hanno potuto avvicinare ed essere partecipi del folklore orientale, gustare la cucina di etnie diverse, assistere a cerimonie religiose di ritualità giornaliera, avviluppati da inebrianti profumi dai dolcissimi sentori di essenze speziate dai colori variopinti.
Ospite protagonista di questo evento il Napoli Bonsai Club presente sul territorio partenopeo da oltre venti anni promotore della Cultura Giapponese ed organizzatore di corsi tematici (come ad esempio la creazione e la modellatura Bonsai, tecniche di esposizione e lavorazione Suiseki), ha allestito uno stand multi tematico per le discipline didattiche.
Abbiamo ammirato modelli espositivi di Bonsai provenienti da collezioni private dei ns. soci, di essenze diverse come il ginepro fenicio esempio di vetustà ed eleganza, al tasso dalla possente e maestosa imperiosità, alla delicata e flessuosa figura di una fillirea, all’imponente sacro agli antichi ulivo soggetti che hanno destato interesse e ammirazione tra il pubblico incuriosito da tanta perfezione evocativa.
Nell’area tematica abbiamo potuto ammirare i Suiseki, pietre modellate dal tempo e dall’acqua esposti dai ns. soci, che hanno galvanizzato l’attenzione in quanto esperienze creative mai viste dal pubblico riproducenti scenari della natura come montagne laghi, figure umane e soggetti animali.


Non poteva mancare lo Shodo, tecnica di scrittura calligrafa antica dove sono state mostrate le tecniche di impugnatura del pennello immerso nell’inchiostro che permette alla mano di ogni uno di noi di personalizzare il tratto infondendo nella ritualità del gesto il proprio stato d’animo.
Abbiamo potuto ammirare gli Scroll, vere e proprie opere d’arte su rotoli di carta o seta, provenienti da collezioni private utilizzate a secondo del periodo e della funzione rituale, come mezzo di significazione scenografica nelle funzioni dell’accoglienza o della Cerimonia del Tè o della adorazione scintoista generalmente posti in Tokonama nicchie espositive poste all’ingresso delle abitazioni.
Non è mancato l’angolo dedicato agli Origami colorati che hanno allietato la consueta curiosità dei piccoli… e dei meno piccolo. Farfalle colorate, foglie ed animaletti, un drago che sputa fuoco, creazioni di carta finissima che animavano le piccole realizzazioni eseguite con maestria dal maestro modellatore Alessandro Ripepi.
Non meno ammirate ed in esposizione le opere del maestro Sandro Segneri eclettico artista e capo scuola del Bonsai Creativo. Le sue opere di graffiante impatto riproducono con una tecnica mista di chiari e scuri simbolismi di natura nel loro ambiente naturale rilasciando all’osservatore una sensazione di surreale essenzialità ma di profondo impatto emotivo ringraziamo l’artista per averci dato l’occasione per mostrare esperienze pittoriche uniche.

Tra i tanti presenti abbiamo avuto la gradevole sorpresa di essere visitati dal ns. primo cittadino Dott. De Magistris il quale si è intrattenuto a lungo nel ns. stand familiarizzando con i presenti con la sua proverbiale e nota affabilità incuriosito e colpito da tanta inconsueta bellezza estetica mostrando interesse per queste discipline.

Il Napoli Bonsai Club ringrazia tutti i partecipanti alla manifestazione per averci visitati e tributato compiacimento e ammirazion;e invitiamo tutti coloro che non sono ancora venuti a visitarci… Vi aspettiamo.

Umberto Ziniti

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: