Shitakusa e Kusamono

I termini giapponesi Kusamono e Shitakusa indicano una pianta o una composizione di piante erbacee perenni coltivate in un vaso, o su un supporto di varia natura (lastra di pietra, legno secco, fettina di ceramica, ecc.). Possono essere definite “bonsai erbacei” perché la filosofia di base e la loro coltivazione presenta forti analogie con quella dei bonsai: sono dapprima fatte sviluppare in vasi di coltivazione, poi in vasi esteticamente ricercati e in armonia con le stesse erbe, sono potate e cimate periodicamente per guidarne lo sviluppo in accordo a criteri estetici ben definiti, e vengono trapiantate ad intervalli regolari per contenerne lo sviluppo e rinnovarne l’apparato radicale.
Vengono utilizzate molto spesso come elemento di accompagnamento per i bonsai o i suiseki, ed in tal caso vengono chiamate “erbe di compagnia”, oppure esposte da sole come elemento principale dell’esposizione; in questo caso solitamente si tratta di composizioni più scenografiche di diverse erbe di dimensioni anche molto grandi (kusamono).
Nell’uso come erbe di compagnia il loro compito è quello di rafforzare ed integrare il carattere dell’elemento principale, sia esso un bonsai o un suiseki, in modo da rendere più armonioso, comprensibile e possibilmente anche più emozionante il “racconto” che viene narrato attraverso l’esposizione. Così spesso l’erba, nella sua semplicità, suggerisce l’arrivo della primavera, accompagnando una conifera che non ha vistose trasformazioni stagionali, oppure, un ambiente montano viene espresso in modo più completo attraverso l’insieme di una conifera di alta quota ed un’erba che cresce sulle rocce.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: